L'Elba è l'isola più grande dell'Arcipelago Toscano con uno sviluppo costiero di 147 Km e comprende 8 comuni: Portoferraio, Marciana Marina, Marciana, campo nell'Elba, Capoliveri, Porto azzurro, Rio marina, e Rio nell'Elba.

Ogni comune offre un'attrattiva propria: Portoferraio raccolta sulla cima di un promontorio e circondata da fortificazioni cinquecentesche sfoggia una bellissima spiaggia ghiaiosa, Rio nell'Elba e Rio marina regalano splendide stradine lucide e rossastre che prendono colore dai residui ferrosi delle miniere; Porto Azzurro Marina di Campo e Marciana marina regalano acque trasparenti e magnifiche insenature; Capoliveri e circondata da una vegetazione splendida caratterizzata da magnifici eucalipti, Campo nell'Elba ha scogliere granitiche che conferiscono trasparenza all'acqua; Marciana ha vicoli lastricati di pietra Elbana.

L'Elba alterna spiagge di origine granitica, arenaria, calcarea o vulcanica. Ovunque acque trasparenti e fondali ricchi di pesci e vegetazione, dolci e romantiche insenature o frastagliati promontori.

Il perfetto stato di salute delle acque ha consentito all'isola di essere compresa in quel tratto di mare che costituisce il santuario dei cetacei, una vasta zona di mediterraneo compresa tra la Sardegna e la Francia dove si possono avvistare balenottere, capodogli e delfini. La ricchezza dei fondali ha fatto sì che sia diventata una delle mete storiche degli appassionati di immersioni subacquee; un ecosistema incredibilmente vario, impreziosito da flora e fauna endemiche e molto rare.
Se cercate un buon e caratteristico ristorante che cucini dell'ottimo pesce o dei piatti dai sapori montani, qui all'Elba non c'e' che l'imbarazzo della scelta.

Tutto sommato all'isola D'Elba lo sviluppo turistico si dimostrato abbastanza rispettoso dell'ambiente e oltre alla triade mare-sole- spiagge l'interno dell'Elba offre scenari di grande effetto soprattutto nella zona montana, insomma una montagna che si affaccia e scende precipitosamente verso il mare.
Boschi di castagne, funghi, erbe aromatiche, miniere di ferro dismesse che giocano con il mare.

Soprattutto nei mesi estivi l'isola d'Elba accoglie nelle sue piazze, nelle sue viuzze la vita mondana: l'elegante Capoliveri diventa la capitale del jazz, Marciana della musica classica, Marciana Marina nasconde tra la vegetazione numerosissime ville di vip, Porto Azzuro diventa il salotto mondano dell'isola, a Rio Marina ci si pu divertire a scovare ristorantini per gustare la tradizionale cucina riese, Portoferraio by night bellissima e una passeggiata sulle scalinate e salite che conducono alle possenti fortificazioni medicee di rigore, campo dell'Elba accoglie tutti con la sua atmosfera allegra, brillante con ristoranti, pizzerie, pub e birrerie.

IL VINO ELBANO
Aleatico dell’Elba doc:  Vino rosso rubino con riflessi violacei e ambrati, vanta un profumo caratteristico, deciso e persistente con sentori di sottobosco, di amarena e di rosa, dal gusto vellutato. La sensazione del dolce iniziale lascia il posto a una forte nota di amarena, confettura e frutta secca. E’ un classico vino da meditazione che si abbina benissimo con i dolci.
Elba bianco doc: Ottimo vino da gustare al meglio il secondo anno di imbottigliamento, ha una gradazione minima di 11° e si abbina benissimo a pesce, antipasti e primi piatti delicati.
Elba rosso doc: Vino dal colore rosso rubino, pronto da stappare già in  gioventù, con sapore asciutto e corposo ottimo dopo 3 o 4 anni. Ha una gradazione minima di 11,5°
Elba moscato doc: uve di moscato 100% accuratamente selezionate e appassite all’aria. Ha una gradazione minima di 16° un colore giallo paglierino e intenso.


L’OLIO E IL MIELE
La produzione dell’olio si  richiama naturalmente alla secolare tradizione toscana., tuttavia l’olio dell’Elba integra il gusto deciso  di quello toscano  con profumi e aromi isolani. L’olio viene prodotto principalmente a Portoferraio, Capoliveri, Lacona, Mola e Porto Azzurro.
Il miele Elbano entra di diritto  tra le specialità dell’isola, grazie soprattutto alla ricchezza e varietà della vegetazione mediterranea; particolare quello di Corbezzolo dall’aroma persistente e amaro o quello di rosmarino dal colore chiarissimo, quasi bianco, un vero toccasana per il fegato, rarissimo quello di cardo dolce e aromatico o ancora quello di erica dall’aroma leggermente amaro di caramello.

LA CUCINA
Ci vorrebbero troppe parole per illustrare le mille specialità che la cucina elbana sa proporre.
I grandi sapori del mare  e della montagna, pesce azzurro e funghi, erbe aromatiche e ricette della tradizione, le pietanze in ricordo delle numerose invasioni come il cuscus ma il vero padrone della tavola è il pesce, bisogna assolutamente provare il polpo lesso insaporito al peperoncino, lo stacafisso alla riese con pomodorini, prezzemolo, basilico, peperoncini verdi,  olive nere, pinoli, capperi e grana, le acciughe sotto pesto, gli zerri ammarinati, la tonnina con aglio, cipolla, peperone e pomodoro, la sburrita di baccalà, il gurguglione, il cacciucco ed ancora il minestrone di finocchio selvatico.

VIVERE IL MARE
Tutte le spiagge, tutte le insenature, tutti i fondali dell’isola d’Elba riservano fantastiche emozioni e per goderle pienamente vi consigliamo una vacanza in barca magari con giornate dedicate allo snorkelling o alle immersioni subacquee per le quali vi consigliamo solo alcune delle zone più amate dai sub: Punta delle cannelle,  i sassi neri a capo caldo, i picchi di Pablo, lo scoglio della nave di fronte a capo d’Enfola, la cala dei frati, capo bianco, Fetovaia, lo scoglio dell’Ogliera.